Master AML Gaming Specialized

Presentazione

Il settore del gioco è sempre più interessato a profonde innovazioni normative che vedono nella normativa antiriciclaggio i cardini fondamentali per garantire la piena operatività degli operatori nel rispetto dei principi della legalità cui deve essere sottoposto il settore. Il percorso del Master mira a delineare le linee di intervento della nuova regolamentazione antiriciclaggio nel settore del gioco alla luce dei consistenti obblighi antiriciclaggio che i distributori e gli esercenti sono tenuti ad osservare alla luce dei nuovi obblighi di: adeguata verifica, conservazione e segnalazione di operazioni sospette. Saranno, inoltre, analizzate con particolare attenzione, le normative secondarie emanate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) nel settore del gioco cui spetta il ruolo di supervisore, funzioni di regolamentazione, indirizzo, coordinamento e controllo. Il Master di specializzazione offre ai partecipanti la possibilità di conoscere non solo le novità intervenute ma anche di apprendere le modalità di presidio e di autovalutazione dei rischi di riciclaggio secondo l’approccio dell’esposizione al risk appetite.

Struttura

4 Moduli + Esame finale scritto e orale.Il Master “AML Gaming Professional” è strutturato in quattro giornate di formazione con frequenza in aula, alle quali aggiungere facoltativamente l’attività in e-learning e la Certificazione delle Competenze in uscita.La didattica del Master prevede una importante attività pragmatica dedicando il pomeriggio delle giornate d’aula all’analisi pratica di casi reali, proposti dagli stessi discenti nei giorni precedenti l’intervento, ed oggetto di analisi e discussione plenaria o di esercitazione guidata dal docente.A coloro che conseguono l’Advanced Level è riservata, negli anni successivi, la frequenza dell’Aggiornamento a prezzo agevolato (Mod. 1, 3 e 5).

Destinatari

Responsabili e specialisti di funzione Antiriciclaggio, Delegati Antiriciclaggio, Responsabili SOS, Responsabili e specialisti Legal, Responsabili Compliance e Internal Audit, Responsabili e specialisti Risk Management, Esercenti, A.D. e funzioni direttive dei distributori.

Programma

MODULO 1 – Adeguata verifica + RAF

  • Obblighi di adeguata verifica (due diligence) della clientela in sede “on boarding” e “ongoing” e le interazioni con la policy interna;
  • Approfondimento sulla obbligatorietà dell’identificazione del titolare effettivo (UBO) in tutte le strutture societarie semplici e complesse;
  • Obblighi di conservazione dati e informazioni nell’Archivio Informatico e obblighi di segnalazioni flussi massivi a UIF;
  • Determinazione del Risk Appetite Framework (RAF) sulla base delle metodologie dl risk approach;
  • L’obbligatorietà del self assessment statico e dinamico come momento di sintesi del complesso dell’intero sistema dei controlli.
  • Analisi e discussione plenaria di 5 o 6 casi concreti, proposti dai discenti nei giorni precedenti l’intervento con eventuale esercitazione guidata dal docente.
  • Esercitazioni pratiche e Question-Time
  • Test di verifica dell’apprendimento su piattaforma E-Learning

MODULO 2 – SOS e schemi rappresentativi di comportamenti anomali

  • Le “anomalie”: quali sono e quando si verificano in materia di riciclaggio e finanziamento al terrorismo;
  • L’operazione sospetta: natura, segnalazione e obblighi dei diversi soggetti destinatari;
  • Le modalità di segnalazione dell’operazione sospetta e la normativa di riferimento dedicata;
  • La S.O.S. nei presidi operativi antiriciclaggio: l’analisi pre-investigativa e investigativa. Disposizioni operative e protocolli d’intesa;
  • Studio di casi pratici inerenti ad approfondimenti di segnalazioni di operazioni sospette ed esiti giurisprudenziali.
  • Analisi e discussione plenaria di 5 o 6 casi concreti, proposti dai discenti nei giorni precedenti l’intervento con eventuale esercitazione guidata dal docente.
  • Esercitazioni pratiche e Question-Time
  • Test di verifica dell’apprendimento su piattaforma E-Learning

MODULO 3 – I rapporti del soggetto obbligato con le Autorità

  • La tutela della riservatezza;
  • Operatività del divieto di comunicazione;
  • Richieste documentali e approfondimenti delle Autorità;
  • Le Ispezioni e i Controlli antiriciclaggio della Guardia di Finanza;
  • Case study su una Ispezione Antiriciclaggio realmente condotta con illustrazione dell’intero iter procedurale e della modulistica: preparazione preliminare, conduzione e chiusura.
  • Analisi e discussione plenaria di 5 o 6 casi concreti, proposti dai discenti nei giorni precedenti l’intervento con eventuale esercitazione guidata dal docente.
  • Esercitazioni pratiche e Question-Time
  • Test di verifica dell’apprendimento su piattaforma E-Learning

MODULO 4 – La normativa antiriciclaggio nel contesto del gaming

  • Il principio della mitigazione del rischio ai sensi dell’art. 52 (aggiuntivo);
  • L’Organizzazione della Funzione Antiriciclaggio negli operatori di gioco: la best practise di Banca d’Italia, il Titolo IV e Linee Guida ADM;
  • La diversità dell’operatività e dei controlli nell’ambito del gaming:
    • Gioco su rete fisica
    • Gioco su rete telematica
    • Le case di gioco
  • Il sistema sanzionatorio: le specificità del settore del gaming:
    • il reato di riciclaggio nella prospettiva del codice penale applicata al gaming.
    • il reato di esercizio abusivo di gioco e scommesse
    • il sistema sanzionatorio applicato al Titolo IV
    • la applicazione delle disposizioni della circolare del MEF 01/2018 nell’ambito del gaming
  • Analisi di casi reali e procedure applicati al gaming.

Sarai reindirizzato sul sito della European School of Banking Management

Più formazione

Per altri Master e Corsi consulta i siti web delle nostre scuole.

Utilizziamo cookie tecnici e analitici per migliorare sempre di più l’esperienza utente